martedì 16 dicembre 2014

Casa di Barbie fai da te

Ormai si sa che poco prima del compleanno di Valentina mi lancio sempre  sempre a creare giocattoli di cartone, come ho fatto due anni fa per la cucina di cartone.

Sullo stesso stile quest'anno ho deciso di fare una casa delle Barbie perchè ormai ce le ritrovavamo sempre tra i piedi e avevamo assolutamente bisogno di una sistemazione!!!



Per prima cosa ho cercato su Internet delle case di plastica già fatte e ho deciso di prendere come modello la casa di campagna anni '80... Devo ammettere che un po' mi è piaciuto rivedere i giocattoli con i quali giocavo 25 anni fa... Dunque dicevo, ho preso questo modello perchè mi sembrava abbastanza semplice e fattibile. L'anno scorso avevo creato una casa simile con ascensore ma era venuta cosi' male che era finita subito nella spazzatura. Allora quest'anno ho optato per una casa senza ascensore e - per ora - senza scale (ma quelle si possono fare). Ho dato un'occhiata anche al sito di questa mamma, sempre pieno di spunti interessanti, ma sono rimasta ferma nella mia decisione che l'ascensore non l'avrei fatto!

Dunque, ecco qui l'occorrente:

- due scatole grandi della stessa grandezza
- tanto scotch da pacchi
- trincetto
- carta decopatch (che mi ha salvato la vita non poco, se no ero ancora li'...)
- carta adesiva
- scotch e decorazioni a vostro piacimento 
(io ho trovato per caso uno spago rosa e l'altro blu, uno scotch rosa con il quale ho fatto il pavimento a quadretti rosa e bianco della cucina, perline rosa ecc... Insomma, via libera alla fantasia!)
- tanta colla tipo Vinavil
- pennello per colla

Procedimento:

Come feci per la cucina di cartone, mettere le due scatole una sopra l'altra e fissarle benissimo e con attezione ai dettagli con dello scotch da pacchi. 
A questo punto iniziare a ritagliare la casa a vostro piacimento. Io, anche se non era bellissima, ho tolto quasi tutte le pareti ed effettivamente per il bambino diventa molto piu' facile giocarci dentro!

Per fare la ringhiera mi ci sono messa di santa pazienza a tagliare tantissimi piccoli rettangolini con il trincetto (senza troppa precisione...) eppure non è venuta male!

La scelta delle pareti e del pavimento sono chiaramente a vostro piacimento. Io ho usato:

- per la camera da letto, il pavimento celeste e per la parete una carta adesiva a fiori celesti e rosa
- per il salotto, il pavimento rosa e la parete a fiorelli bianchi e rosa
- per la cucina ho preparato prima una carta adesiva bianca e poi con lo scotch rosa l'ho trasformata a quadretti (mi piaceva il pavimento a quadretti in cucina!), cosi':

   


- per il balcone il pavimento l'ho fatto bianco (fa molto estate a 30° gradi....)
- per il soffitto l'ho fatto tutto bianco e non molto uniforme perchè c'erano anche i lampadari ma insomma tanto non si vede tanto!

Una delle cose piu' divertenti sono stati i lampadari che ho fatto con Valentina ma non dicendole che sarebbero stati per la sua futura casa delle Barbie! Abbiamo preso 3 dei mille vasettini di plastica di yogurt che mangia lei ogni giorno e li abbiamo tagliati a metà. Poi con l'aiuto di un coltellino abbiamo fatto un piccolo buchetto e ci abbiamo fatto passare il filo. Abbiamo lasciato anche un po' di filo dentro il vasetto a mo' di lampadina! Poi li abbiamo decorati come meglio ci veniva, uno con un fiore, l'altro con dello scotch celeste e rosa, l'altro ancora con dei brillantini! Secondo me il risultato è stato ottimo!



Con la carta adesiva rosa ho ricoperto il tetto (che è venuto cosi' naturale con le pieghe della scatola di cartone), le pareti e i pavimenti. Per tutto il resto ho scoperto per caso, girovagando nel negozio Jumbo di fai da te, questa cosa meravigliosa che è il Decopatch. Mi ha permesso in pochissimo tempo di ricoprire tutto velocemente mentre con la carta adesiva ci avrei messo il doppio se non il triplo! Si tratta di una carta fine con la quale è possibile ricoprire con la colla qualsiasi cosa! La cosa piu' lunga è stata la ringhiera ma alla fine con un film non troppo complesso di sottofondo ce l'ho fatta in una serata. La cosa negativa è che non ci sono tantissimi modelli di carta quindi bisogna fare con quello che si trova. Io sono comunque molto soddisfatta e con Valentina stiamo già rivestendo un elefante con la stessa tecnica!

Ma ritornando alla casa di Barbie, nel giro di mezz'ora, perchè il tempo scarseggiava e mi sono ridotta all'ultimo momento, ho fatto anche:

- un letto: ricoprendo semplicemente una scatola di cartone di pere con della carta adesiva rosa; per il materasso ho messo un canovaccio rosa. E sopra, come coperta, una tovagliolo rosa (se non l'avete capito, siamo nella "fase rosa", come Picasso...). Accanto al letto ci ho messo un gancio da cucina per appenderci i vestiti (1/10 dei vestiti ma almeno qualcuno ci sta bene...). In piu' abbiamo anche una mansarda che per ora è stata adibita a deposito vestiti...



- Un comodino e/o portagioielli che avevamo già fatto insieme ricoprendo una scatola di thé finita con della carta adesiva (le scarpe delle Barbie prima di questa invenzione si ritrovavano anche sul tavolo a colazione....)

- Un divano: ho preso semplicemente un cestino piccolo da cucina, ci ho messo dentro i rimasugli della carta mentre stavo mettendo a posto, poi ci ho passato sopra un po' di scotch ed infine l'ho ricoperto con un tovagliolo rosa chiaro. Per fare la spalliera ho tagliato ad arco un piattino di carta da compleanno anch'esso ROSA (scuro).



- Per la cucina, la credenza l'avevo fatta in precedenza con Valentina senza molta tecnica ma cosi' come ci veniva. Abbiamo preso due scatole e incastrata la prima dentro l'altra. Poi l'ho rivestita con la carta adesiva bianca e ho fatto le rifiniture ROSA (chiaro) con il decopatch. Poi ho messo il filo rosa per appenderci qualcosa (ancora da definire).



Ecco qua, per il balcone intanto ci ho messo la nostra Barbie diventata Pippicalzelunghe con il suo cavallo e l'idea le è piaciuta mooooltissimo! (ricordiamo per chi non lo sapesse che Pippi è l'unica a non avere male ai piedi...)



La casa delle Barbie è piaciuta e non poco, di colpo le si è illuminato il viso e ha inizato subito a giocarci: la Barbie che dormiva aspettava un bambino con Ken al piano di sopra, l'altra Barbie guardava la televisione al piano di sotto e l'altra ancora si riposava in cucina dopo essere tornata da lavoro (si, perchè le nostre Barbie lavorano tutte!!!). Poi ha guardato bene di prendere un secondo cavallo per fare compagnia a quello di Pippicalzelunghe e ha messo subito una specie di fattoria accanto alla casa (neanche le Barbie sono riuscite ad estirpare il primo grande amore degli animali!) e poi anche un cane e un gatto in salotto... Insomma, nel giro di un quarto d'ora ecco com'era diventata la casa:



In questo momento la casa di Barbie è diventata una comune: al piano di sopra stanno facendo un pigiama-party tutte le Barbie della casa, con la Barbie n. 1 che dorme con Ken dopo aver appena partorito e accanto al letto c'è una culla con due bambini. Se non bastassero, anche tutti i bambini della Playmobil hanno okkupato la casa e - spazio agli animali - il salotto è stato interamente sgomberato per fare spazio a due grandi cavalli (Spirit e Majesty), non si mai che iniziasse a piovere!

Penso che il regalo sia completamente RIUSCITO!!!!

domenica 14 dicembre 2014

La Barbie che cercava la libertà!

Prima...

Non fatevi trarre in inganno, sotto questo finto sorriso la Barbie era triste e piangeva: non ce la faceva piu' delle scarpe con il tacco che le facevano male ai piedi e del vestito rosa da principessa, bello per carità, ma che le impediva di fare qualsiasi movimento naturale e divertente, come per esempio andare a cavallo! Le collane le rimanevano al collo mentre dormiva e una volta la stavano per strozzare. Per non parlare della coroncina che le faceva venire un cerchio alla testa tremendo (lei non diceva niente, era abituata a soffrire per essere bella...) ma un giorno non ce l'ha fatta piu' e ha detto:


BASTA!!!!!!!!!!


Ce l'ha chiesto e noi l'abbiamo accontentata. Voleva diventare come Pippicalzelunghe, e Pippicalzelunghe sia!!! Ed ecco che la trasformazione è avvenuta in una ennesima giornata uggiosa dopo già una settimana che eravamo a casa malate (piu' io di lei anche se il dottore aveva decretato il contrario...) 

Se volete anche voi ridare un po' di libertà a qualche Barbie imprigionata nei vestiti da principessa ecco il (poco) occorrente:

- una tempera arancione
- un pennello 
- dei guanti trasparenti
- della stoffa ma soprattutto dei calzini da bambina colorati (e non colorati da colori pacco tipo il rosa chiaro...)
- ago e filo


Prendete la Barbie che ha chiesto la libertà e rassicuratela che tutto andrà bene. Prima di tutto tagliatele un po' i capelli se fossero troppo lunghi (noi l'avevamo fatto qualche giorno prima). Mettete della tempera arancione sui capelli biondi aiutandovi un po' con il pennello e un po' con le vostre mani dopo esservi messi dei guanti (io avevo a casa quelli piccoli trasparenti, sembravano davvero come quelli del parracchiere). Una volta la tempera distribuita bene su ogni ciocca lasciare asciugare.


Noi avevamo fretta di attuare la trasformazione allora ad un certo punto ci siamo aiutate con il fon. Una volta i capelli asciutti abbiamo fatto due trecce laterali e abbiamo messo due elastici neri per fissarle.


A questo punto abbiamo fatto i vestiti. Per chi ha una macchina da cucire penso che non ci sia neanche bisogno di dire come fare. Per noi, cioè per me, é stato un po' piu' complicato. Ho preso intanto un modello (vedi foto sottostante) e ho cercato con ago e filo e tanta pazienza di seguirlo. Peccato che non ho trovato niente di verde scuro per la maglietta, ma insomma... non è venuta male! L'importante è che le cuciture stiano sempre all'interno!


Per le calze ho usato dei calzini arancioni di Valentina e seguito questo tutorial su internet (anche se lei aveva una macchina da cucire!). Per i reggicalze ho usato semplicemente uno scoch bianco.
Poi abbiamo preso un paio di scarpe nere di Ken e per farle diventare degli stivaletti ci ho legato sopra del filo spesso nero. Le scarpe davano proprio l'idea di Pippi che spiega, in una della prime puntate, che ha delle scarpe piu' grandi del suo piede perchè vuole avere la comodità di muoverci dentro le dita dei piedi!


Dopo...


Finalmente la libertà sognata è diventata realtà! Poi che c'entra, é sempre una donna, ogni tanto le piace mettersi qualche bel vestito da principessa ma intanto l'ha messo nel suo armadio e si gode la testa libera da coroncine, nessuna catena al collo, polsi liberi da braccialetti e soprattutto...  delle scarpe comode dove puo' muovere addirittura le dita dei piedi! Cosa si puo' voler di piu' dalla vita????


venerdì 5 dicembre 2014

Torta salata spinaci e yogurt



Allora questa ricetta è stata inventata in 5 minuti ma ha avuto molto successo e insieme alla Salade méchouia ha fatto la sua bella figura!

Ingredienti:

- pasta sfoglia
- 500g di spinaci surgelati
- yogurt bianco
- parmigiano
- 1 uovo
- menta
- sale e pepe

Ripassare gli spinaci in padella, aggiungere lo yogurt bianco, il parmigiano, 1 uovo, menta, sale e pepe. Infornare fino a quando la torta sarà pronta!

Salade méchouia o... peperoni e pomodori al forno (Tunisia)


 Origine: Tunisia



La ricetta originale si chiama "Salade méchouia", un piatto molto popolare in Tunisia servito come aperitivo o all'inizio del pasto. A me ha ricordato ad occhio una cosa simile mangiata a Barcellona... Io ci ha aggiunto anche un mix di spezie marocchine (comprate alla modica cifra di 7 euro) ma che hanno fatto la loro bella figura! 

 Ingredienti per 4 persone:

- 1/2 limone
- 6 grossi pomodori ben maturi
- 4 peperoni verdi (io gli ho messi di tutti i colori!)
- 2 spicchi d'aglio con la buccia
- 4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
- olive nere
- prezzemolo
- sale & pepe
- spezie marocchine

Mettere in una teglia con un filo d'olio i peperoni, i pomodori interi e gli spicchi d'aglio. Infornare per mezz'ora o fino a quando i peperoni diventino morbidi.
Appena tolti dal forno metterli in un sacchettino di plastica. Intanto pelare i pomodori, toglierne i semi e scolarli bene prima di metterli in una piccola pirofila. Appena i peperoni si sono intiepiditi spremergli sopra il succo dell'aglio, togliere la pelle e tutti i semi, tagliarli a pezzi piccoli e adagiarli sopra i pomodori.
A questo modo non c'è che da condire: olio, sale, pepe, un po' di limone e volendo un mix di spezie marocchine. Aggiungere anche alcune olive nere e il prezzemolo.
Il piatto va servito freddo o tiepido.

mercoledì 3 dicembre 2014

Consigli per passare il DELE (spagnolo B2)





ATTENZIONE! Leggi questo post sul nuovo blog, CLICCA QUI.

Puré di patate

Una ricetta trovata sul sito di Giallo Zafferano, ottima.

Ingredienti:

1 kg di patate bianche farinose (Io ho usato quelle che ho trovato!)
80g di burro (chi dice di piu' - i francesi - chi dice di meno - gli italiani -...)
300g di latte fresco bollito
sale
noce moscata

Far bollire le patate dopo averle lavate bene fino a quando toccandole con una forchetta non siano morbide. Pelarle (attenzione a non scottarsi) e passarle al passaverdure o meglio passapatate se ce l'avete.

Mettere il passato di patate in una padella con un pizzico di sale, noce moscata e burrro a pezzi (meglio se stemperato a temperatura ambiente). Una volta il burro sciolto aggiungere a poco alla volta il latte che avrete in precedenza bollito.

Non dimenticare di assaggiare per regolare meglio sale e/o noce moscata o ancora aggiungere piu' latte in base a quanto il puré piace liquido o denso.